Même, è il nome della casa-esperimento progettata da Kengo Kuma con il supporto tecnico del Yashiro Tomonari, laboratorio presso l’Università di Tokyo Institute of Science Industrial. Dopo gli accadimenti tragici avvenuti in Giappone, si è iniziato un processo di analisi e di esperimenti su nuovi modi di fare architettura.

 

La “Casa del Futuro” riprende la forma delle capanne rurali tipiche degli indigeni Ainu. La casa è composta da una struttura in legno di larice giapponese, alla quale si sovrappone all’interno uno strato di fibra di vetro e all’esterno poliestere fluorocarbon.

 

 

L’isolamento, posto tra i due strati, è trasparente poliestere ottenuto dal riciclo di bottiglie di plastica. In questo modo è possibile creare una corrente di convezione che scorre tra le membrane esterne ed interne e mantenere un ambiente interno confortevole.