UP di Gaetano Pesce

Non c’è ombra di dubbio che Gaetano Pesce sia una personalità poliedrica. Durante la sua carriera, si è occupato dal design all’architettura, dall’urbanistica fino alla scultura. Chiamato a progettare spazi pubblici e privati in tutte le parti del mondo: negli Stati Uniti, in Europa, America Latina e Asia. Si è formato allo IUAV di Venezia, conoscendo altre grandi personalità che, in quel periodo, insegnavano a Venezia (Carlo Scarpa e Ernesto Nathan Rogers).

 

 

I suoi progetti hanno avuto sempre un gran successo. La Serie UP, disegnata nel 1969 per B&B Italia, è composta da sette modelli di varie dimensioni. La poltrona richiama le forme avvolgenti di una donna, è divenuta icona pop. Una seduta che sembra una scultura primitiva della fertilità. Cattura l’anatomia umana modellandosi al corpo di chi siede.

 

 

La Michetta è un sistema di elementi componibili, di colori diversi, realizzato per Meritalia. Come le michette milanesi che dopo la lievitazione hanno sempre forme diverse tra di loro, anche se fatte con lo stesso stampo; anche la michetta progettata da Gaetano Pesce sarà sempre diversa. Puoi abbinarli in maniera libera creando spazi mai uguali. All’interno della seduta, un sistema di molleggio e l’imbottitura in poliuretano espanso e l’ovatta, garantisce la giusta flessibilità.

 

Di recente ideazione è 348 Notturno a New York, che il designer progetta per l’azienda Cassina. Il design come scultura, come racconto di paesaggio, espressioni ed emozioni di un tramonto a New York. Si possono toccare i crateri della luna che emerge tra i braccioli come grattacieli. I tessuti sono il risultato di una tecnica di tessitura intrecciata tra l’ordito e la trama con 14.000 punti, ottenendo così immagini di una città inaspettata.

Visite: 2746

Altri articoli da leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *