Un outdoor da tuffi

Quando il caldo aumenta, un tuffo in piscina non dispiace a nessuno. Se possedete un giardino sufficientemente vasto, è possibile prevedere una piscina interrata. Prima di realizzare una piscina occorre chiedere un’ autorizzazione o presentare una comunicazione di inizio lavori, le norme cambiano da comune in comune. E’ importante la scelta del punto dove collocarla: il terreno deve essere compatto e la zona soleggiata.

Il bordo può avere un dislivello tra il piano di calpestio e il pelo dell’acqua (10/15 cm), a skimmer, o può essere complanare all’acqua oppure a cascata.

 

La piscina Prestige Orizzonte della Aquilos Piscine è a sfioro lungo un bordo e cade a cascata in un’ altra vasca, ad idromassaggio. Una piscina da sogno immersa in una ricca vegetazione mediterranea che si protende verso il mare. Invece le piscine Castiglione si presentano con forme fluide e libere, e rifiniture in mosaico.

 

Importante è la scelta della pavimentazione del solarium intorno la piscina. Oltre l’ impatto visivo ed estetico, ha notevole importanza la funzionalità: resistenza agli agenti atmosferici e all’ usura dovuta al calpestio, deve essere antisdrucciolevole e non assorbire troppo il calore. I materiali maggiormente usati sono il legno, che deve essere trattato con particolari olii e sostanze; la pietra o il gres fine porcellanato non smaltato sia per interno che per esterno della vasca.

 

Una piscina da suspance è senz’ altro la piscina a sbalzo, come quella posta all’ ottavo piano in un hotel del Texas.

Visite: 5409

Altri articoli da leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *