La poltrona Sacco By Zanotta

Gatti, Paolini, Teodoro arrivano da Zanotta nel 1968, con un sacco in Pvc riempito con palline di polistirene semi-espanso. Una poltrona anatomica, a forma di fagiolo, trasportabile e, per la prima volta, senza struttura rigida. Sacco segue i movimenti del corpo, si forma a seconda le proporzione di chi ci si siede. Una vera rivoluzione.

 

 

Ricevette una segnalazione al X Compasso d’oro dell’ADI ed è stata esposta al MoMa di NewYork, al Musee des Arts Decoratifs di Parigi, al Victoria & Albert Museum di Londra, al Museo del Design alla Triennale di Milano.

 

 

Zanotta insieme al brand Stone Island hanno avviato una nuova linea di poltrona Sacco, dando alla storica seduta finiture e colori diversi.

 

E come non dimenticare la comica immagine, a cui molti sono affezionati del ragioniere Giandomenico Fracchia, quando nell’ ufficio del direttore Gianni Agus, lotta per stare in equilibrio su quella strana poltrona.

Visite: 5823

Altri articoli da leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *