La lampada Good Night, quando la luce tiene uniti

Una famiglia di lampade dalla forma di casette tengono vicini, le persone fisicamente lontane: è questa l’idea progettuale delle lampade Good night, ideate da Alexandra Deschamps-Sonsino.

 

Segnali luminosi che partano dalla casetta più grande, indicheranno a chi avrà la casetta più piccola che si è rientrati a casa, che si sta per andare a letto o che si ha voglia di chiacchierare un po’ su skype.

 

Una sorta di social network della luce o dei segnali di fumo degli indiani. Ogni volta che la lampada viene accesa e spenta premendo sul camino, si comunica con chi è dall’altra parte della città.
E’ un modo per tenere a contatto persone che stanno da sole, che sono lontane dagli amici o familiari. Basta accenderla per mandargli un messaggio di luce che vi terrà uniti.

 

Site web: http://goodnightlamp.com

Articoli che possono interessarti:

Birzì, la lampada modellabile by Luceplan

Camera da letto, come scegliere l’abat jour

Un intreccio di luce by Tom Rossau

Visite: 2168

Altri articoli da leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *