Arrivano gli Eco-sposi

Popolare nel Regno Unito e in Francia, il matrimonio Bio-sostenibile sta prendendo piede anche in Italia. Se non sei esperta di sostenibilità ambientale ed ecologia, ma vuoi eliminare tutto ciò che è superfluo per rispettare l’ ambiente, basta fare attenzione ai dettagli fondamentali. Partiamo dall’ abito della sposa. Un’ eco-stilista francese, Valérie Pache realizza abiti da sposa riciclando vecchi paracadute e parapendio. Alcuni abiti sono in canapa organica e seta con struttura in vimini, e per le più golose, sono disponibili abiti di cioccolato.

 

Valérie Pache prepara gli abiti a mano nel suo laboratorio, dove creatività ed etica danno vita a creazioni sartoriali naturali e particolari. La stilista Marie Garnier, invece, ha disegnato un abito di carta riciclata con semi di papavero bianco e fiori di lino, pronti a sbocciare.
Passiamo al bouquet. Davvero originali, riciclati e riciclabili, sono i mazzetti di camei, di fiori di carta o di piante grasse. Sicuramente originali e unici! Ma non dimentichiamo lo sposo. Per lui ci sono fiori all’ occhiello creati con origami di carta da giornale, o con rimasugli di stoffe.


Un punto saliente nell’ eco- matrimonio, è la scelta della location. Per diminuire l’ inquinamento dell’ ecosistema, il ristorante deve essere vicino alla Chiesa che avete scelto. Dovrà utilizzare prodotti biologici, locali e stagionali. Ideale sarebbe una cascina, dove gli addobbi floreali potranno essere fiori di campo. Alla fine arrivano le bomboniere. Carina è l’ idea di regalare candele di cera d’api e di soia,o barattolini riciclati porta confetti, oppure saponi fatti a mano. C’ è la tendenza, negli ultimi anni, di regalare una piantina o una busta con semi, simbolo di una famiglia che sta nascendo.

Visite: 3590

Altri articoli da leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *